top of page

GABRIELE GUARINO
Direttore Artistico, Regista, Attore, Insegnante.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
1/7

Nato a Taranto nel 1981. Laureato in Saperi e Tecniche dello Spettacolo presso La Sapienza di Roma ha esordito come attore nella compagnia Teatro della Fede di Grottaglie (TA) e si è poi formato con il corso triennale di Commedia dell’Arte al Centro Teatro Ateneo. Ha studiato con: Carlo Boso, Claudia Contin, Gennadi Bogdanov, Pierre Byland, Andrzej Leparski, Bruce Myers, Jean-Paul Denizon e con il suo maestro Claudio De Maglio.  Ha lavorato con la Commedia dell’Arte in Italia (Carnevale di Venezia), Europa (Malta, Polonia, Germania) e Sud America (Argentina e Uruguay). Ha pubblicato un saggio sull’archetipo del “servo” in Commedia dell’Arte, nel libro “Il tallone di Minerva” e un romanzo “Zio Cerasa”, diventato poi lo spettacolo del suo esordio come regista. L’ultima pubblicazione “Pedrolino, storia di una maschera e non solo” è collegata al suo spettacolo di punta “Le Fatiche di Pedrolino”, in scena dal 2011. Ha insegnato Commedia dell’Arte sia attraverso workshop intensivi in giro per l’Italia, sia presso varie scuole di Teatro a Roma, tra cui l’Accademia “Pietro Scharoff”. Ha insegnato inoltre Movimento Scenico presso la scuola di Enrico Brignano “Artès” a Pomezia (RM) e Tecniche di consapevolezza corporea presso l’Istituto Musicale “Paisiello” di Taranto.

Attore anche per la tv e il cinema, ha lavorato tra gli altri con: Luca Zingaretti, Vanessa Incontrada, Andrea Tidona, Roberto Della Casa Simona Izzo, Ricky Tognazzi, Stefano Reali, Sabrina Ferilli, Alex Infascelli. Dal 2014 è Direttore Artistico della compagnia di Commedia dell’Arte “La Bottega dei Comici” di Roma per la quale scrive e dirige spettacoli e corsi, partecipando alla fondazione e all’organizzazione del primo festival internazionale di Commedia dell’Arte del Lazio “Come d’Arte” che dal 2016 ha luogo ogni anno a Roma e a Viterbo.

Dal 2016 la sua carriera di docente e di educatore si arricchisce ulteriormente entrando nello staff dell’Accademia “L’Arte nel Cuore Onlus”, insegnando Recitazione e Commedia dell’Arte in classi integrate tra persone normodotate e persone con disabilità. L’insegnamento presso la Scuola dei Teatri Possibili di Milano gli consente di evolvere la sua pedagogia sulla maschera e sugli archetipi sociali, all’interno di percorsi professionali sul counseling. Coordina soggiorni estivi per adolescenti presso l’Associazione sportiva “Kamaleonte” di Latina e lavora nel settore scolastico dapprima con laboratori teatrali, poi come docente di cinema, fino a specializzarsi come docente di sostegno per alunni di scuola secondaria di II grado nel 2020. Tra gli spettacoli da lui scritti e diretti si ricordano: “Don Giovanni e le maschere dell’Amore” e “Empanada, scultore di me stessa”, entrambi premiati rispettivamente come miglior spettacolo e miglior regìa presso due diverse edizioni del “Teatro Festival Città” di Guidonia (RM).

bottom of page